Come pagare con Bitcoin

Bitcoin

Dopo essere uscita dai riflettori per alcuni anni, la crittovaluta è tornata nella coscienza del pubblico. E sta facendo notevoli progressi nell’essere adottata su scala globale.

Ma, come per la maggior parte delle cose, il ciclo di vita della moneta – sia essa digitale o offline – è duraturo solo se si dimostra utile e pratico per l’utente finale.

Tuttavia, la tecnologia della catena di blocco – quella che sta alla base di tutta la crittovaluta – ha silenziosamente permeato quasi tutte le nicchie della società odierna. Che si tratti di una rete elettrica o di un mercato decentralizzato per lo scambio di beni digitali, la tecnologia delle catene a blocchi lavora silenziosamente sullo sfondo.

Non ci sono più dubbi, ora che il bitcoin è saldamente mainstream, indipendentemente dal fatto che lo si conosca o meno. Questa integrazione silenziosa nella nostra vita quotidiana porta due cose: enormi opportunità e la possibilità di utilizzare la tecnologia blockchain nelle applicazioni del mondo reale.

Alcuni appassionati di criptovalute, tuttavia, sono diventati un po’ ciechi nell’abbracciare il Bitcoin. Essi tendono a concentrarsi esclusivamente sull’investimento nella crittovaluta, piuttosto che su come possono usare il Bitcoin per pagare le cose nella vita di tutti i giorni.

Mentre sognano ad occhi aperti l’alta vita delle auto e delle case veloci, la maggior parte di loro si perde un trucco per non avere idea dei vari mezzi con cui possono usare il Bitcoin per pagare al posto dei normali contanti nella vita di tutti i giorni. Il Bitcoin può essere usato per acquistare tutta una serie di oggetti di uso quotidiano che consumiamo quotidianamente.

Su un ciclo quasi mensile, c’è il lancio di diverse nuove piattaforme la cui unica funzione è quella di rendere la spesa quotidiana per i nostri beni di consumo molto più semplice e confortevole da realizzare.

Bitcoin

Detto questo, bisogna ammettere che diversi cripto-milionari hanno fatto fortuna con un attento HODLING e mantenendo i nervi saldi, mentre altri hanno incassato in un mercato volatile. Ma, senza dubbio, c’è ora un numero molto superiore di persone – probabilmente milioni – che hanno tolto i loro paraocchi Bitcoin e stanno vedendo la luce del giorno. Queste persone hanno abbracciato la piena utilità del pagamento Bitcoin e lo usano quotidianamente. Invece di aggrapparsi ai loro Bitcoin come Gollum che custodisce ossessivamente il suo One Ring, milioni di persone usano la crittovaluta ogni giorno. Il Bitcoin è ora la valuta per comprare la spesa, pagare le bollette e persino comprare un caffè mentre vanno al lavoro.

È solo attraverso questo tipo di uso pratico e ad ampio raggio della cripto-moneta che essa diventerà mainstream e sarà accettata da milioni di persone nella loro vita quotidiana, sia online che offline. È solo attraverso applicazioni reali come il pagamento Bitcoin che la crittovaluta acquisirà un’attrattiva molto più ampia presso il grande pubblico.

Esaminiamo ora come è possibile utilizzare la crittovaluta in situazioni quotidiane. Come abbiamo già discusso, infatti, la crittovaluta è molto più di un semplice veicolo di investimento. Si tratta di lingotti d’oro digitali, per così dire, che possono essere spesi in una serie di modi diversi in questo momento.

Per esempio, potreste chiedervi come potete usare Bitcoin per pagare le bollette o pagare il gas, il cellulare, o anche il pane e il latte al 7/11?

Questa guida risponderà a queste domande e altre ancora basate su conoscenze di prima mano in una varietà di situazioni di vita reale che si applicano alla vita di quasi tutti. Quelli che seguono sono solo alcuni servizi scelti a mano che abbiamo usato regolarmente. Questi fornitori di servizi selezionati a mano sono marchi rinomati di cui avrete sicuramente sentito parlare. Ciò che hanno tutti in comune è la capacità e la libertà di spendere Bitcoin senza soluzione di continuità come si farebbe con la normale plastica, sia con le carte di debito che con le carte di credito. Dal punto di vista dell’utente finale, non c’è alcuna differenza apparente tra una carta Bitcoin e una carta emessa da una banca o da un fornitore di servizi di carte di credito. Diamo quindi un’occhiata alle alternative Bitcoin e pesiamole.

Carte di debito Bitcoin

Senza dubbio, le carte bitcoin che attingono direttamente dai vostri fondi come una normale carta di debito sono la soluzione più semplice e pulita. Se si passa a una carta di debito Bitcoin, è possibile utilizzarla per pagare con monete digitali allo stesso modo della moneta normale per pagare le bollette e una miriade di altre spese quotidiane. In sostanza, una carta di debito Bitcoin colma le lacune tecnologiche che altrimenti affliggerebbero le valute decentralizzate del mondo e i commercianti che operano nel mercato standard.

Utilizzando un protocollo che cambia rapidamente i bitcoin in dollari USA o in euro, le carte di debito bitcoin sono facili da usare presso il commerciante utilizzando i normali terminali di pagamento con carta e la tecnologia. Una modesta commissione di transazione sarà addebitata per l’elaborazione, ma sarà comunque sostanzialmente inferiore ai costi sostenuti per incassare le monete digitali per fiatare il denaro su un cambio di denaro criptato come Coinbase, Binance, e il loro ilk. Quindi questa è una piccola vittoria senza alcuno sforzo da parte vostra.

Per il commerciante, gli viene accreditato nella sua valuta locale con una carta a base di bitcoin, come per una carta di debito emessa dalla banca. Potete fare acquisti nei negozi nello stesso modo di prima con una normale carta di debito e una carta di credito emessa dalla vostra banca o dal vostro fornitore di carte di credito.

Inoltre, i titolari di una carta di debito a valuta criptata possono impostare i pagamenti automatici nello stesso modo in cui farebbero con una normale carta di debito o anche con una carta di credito emessa dal vostro fornitore di carte di credito.

Ecco, quindi, una serie di carte di debito Bitcoin tra le più utilizzate che si possono marchiare oggi:

Shift

Pioniere della frontiera delle carte bitcoin, Shift è stato il primo a uscire dai blocchi negli Stati Uniti. Shift non gestisce un portafoglio, ma si collega al portafoglio Coinbase. Attualmente, Shift è disponibile in 45 stati americani.

Ogni volta che viene effettuata una transazione, i titolari della carta ricevono un SMS. E, cosa importante, non ci sono spese sostenute per la conversione di Bitcoin in dollari USA.

Nel frattempo, se non avete ancora creato un portafoglio Coinbase, potete farlo ora con questo link e ricevere 10 dollari di Bitcoin gratis. A noi non sembra una cosa da poco.

WageCan

Una delle carte di debito Bitcoin più utilizzate, WageCan è accettata al di fuori degli Stati Uniti e dell’Europa. Inoltre, una carta di debito WageCan dà accesso a oltre 300 milioni di distributori automatici di banconote (ATM) in tutto il mondo e consente di effettuare prelievi in valuta locale.

Le loro carte di debito sono disponibili per diverse nazionalità e non richiedono un controllo del credito per ottenere. Le carte WageCan sono disponibili come una normale carta di plastica o come carta digitale.

C’è un sistema di ricompense per i depositi iniziali. E c’è anche un sistema di referral che premia coloro che raccomandano WageCan alla famiglia e agli amici.

Per ricapitolare, quindi, WageCan offre:

  • 30 milioni di sportelli bancomat in tutto il mondo
  • prelievi in valuta locale
  • transazioni ovunque si veda il logo Visa
  • nessun controllo del credito in background
  • un’applicazione per cellulari
  • ed è di lunga data, essendo stata fondata nel 2014.

Prendi subito una carta e ottieni subito un buono sconto del 20%.

SpectroCoin

Questo provider con sede a Londra offre una soluzione completa oltre alle carte di debito e alle carte prepagate. SpectroCoin offre una varietà di servizi per le app per smartphone, i servizi di processo del commerciante, nonché portafogli a catena e altri servizi.

Tra questi servizi vi interesseranno:

I portafogli a catena di blocco SpectroCoin consentono di attenuare le fluttuazioni di crittografia effettuando il cambio di valuta prima della spedizione alla catena di blocco.

Il loro cambio di valuta criptata offre supporto per oltre 150 paesi in più di 30 valute diverse.

Le carte di credito e le carte prepagate SpectroCoin includono oltre 20 diversi metodi di deposito e prelievo, tra cui trasferimenti di denaro, bonifici bancari e prelievi di contanti, ecc.

Se sei un commerciante, puoi anche ottenere l’elaborazione dei pagamenti e accettare pagamenti Bitcoin, Dash o NEM.

Le carte SpectroCoin, create nel 2013, sono utilizzabili in oltre 30 milioni di bancomat in tutto il mondo.

All the card providers mentioned earlier will allow secure storage of Bitcoins, not just their spending in US dollars and Euros. SpectroCoin cards are easy to use to settle your electricity bill, your next Netflix subscription, or just about any invoice you can imagine. They are as usable as any regular credit or debit card and in all the same places that accept conventional payment by card.

Servizi di pagamento delle bollette abilitati Bitcoin

Un’alternativa ai servizi con carta di credito che può essere più interessante per alcuni è rappresentata dalle società di pagamento delle bollette. Queste entità permettono agli utenti di pagare le bollette utilizzando Bitcoin secondo un programma prestabilito. Tutti i fornitori menzionati in questa guida alle carte Bitcoin supportano i titolari di carta per impostare i pagamenti automatici tramite un portafoglio criptato online. Questi pagamenti automatici devono essere impostati una sola volta e sono per lo più gli stessi ordini permanenti di cui si ha più familiarità.

Qui di seguito parliamo di una serie di servizi che consentono di memorizzare i Bitcoin in forma anonima e, allo stesso tempo, di organizzare il pagamento tempestivo delle fatture.

Coinsfer

Operando principalmente all’interno degli Stati Uniti, Coinsfer è uno dei servizi di pagamento più vecchi e di lunga data che consente il pagamento delle bollette tramite Bitcoin.

Gli utenti possono scegliere tra la creazione di pagamenti ricorrenti o pagamenti una tantum come con altri fornitori di servizi di pagamento di bollette.

Tuttavia, si deve essere consapevoli del fatto che c’è una tassa ragionevolmente pesante del sette per cento, con un costo minimo di 20 dollari, per ogni operazione di pagamento una tantum. L’impostazione di pagamenti automatici risulta più economica al cinque per cento.

Bill Pay for Coins

Date un’occhiata a questi ragazzi per una bassa tassa di transazione dell’1,99 per cento.

Bill Pay for Coins non è solo un fornitore di servizi di pagamento delle bollette a prezzi molto competitivi, ma è anche super facile creare un conto. Tieni a portata di mano l’indirizzo del tuo portafoglio Bitcoin, seleziona tra le aziende elencate quelle che vuoi pagare e poi invia il pagamento. È così facile. Ed è sufficiente impostarlo una sola volta per salvare i dettagli del pagamento.

Per completare il pagamento sono previsti cinque giorni di tempo di risposta. In realtà, Bill Pay for Coins sta sbagliando sul lato della cautela, perché raramente ci vogliono cinque giorni.

Oltre alle bollette, si può pagare praticamente tutto ciò che genera una fattura mensile, dai prestiti bancari alle carte di credito e persino le tasse richieste dallo Stato o dal governo federale.

Come pagare le bollette con Bitcoins

Un numero crescente di aziende di servizi pubblici, e altre, stanno ampliando le loro opzioni di pagamento per includere il pagamento Bitcoin. Altre offrono il servizio quotidianamente, quindi assicuratevi di controllare se le aziende con cui avete a che fare accettano il pagamento Bitcoin.

Il primo porto di scalo, tuttavia, sarebbe il loro sito web aziendale, poiché questo è tipicamente qualcosa su cui vorrebbero trombare. Il pagamento diretto, naturalmente, eliminerebbe le spese aziendali per il pagamento delle bollette da parte dell’intermediario e sarebbe eseguito più velocemente che attraverso una terza parte.

Le tasse statali e locali, per esempio, possono ora essere pagate dalla Bitcoin e da altre valute crittografiche in Arizona. E si prevede che altri stati, come l’Illinois e la Georgia, seguiranno l’esempio e accetteranno i pagamenti Bitcoin.

È inevitabile che, man mano che il Bitcoin e altri diventano sempre più diffusi, sempre più aziende e fornitori di servizi cominceranno a fare dei pagamenti in valuta criptata una delle loro opzioni di pagamento.

Ci siamo quasi, con un’economia Bitcoin?

La risposta è sì. E’ già qui, amico. Con il passare degli anni, Bitcoin e le altre crittocittà si integrano sempre più nel panorama dei pagamenti dei commercianti. L’impronta della crittovaluta sta indubbiamente crescendo in modo esponenziale.

Tutti i fornitori di servizi inclusi nel nostro manuale d’uso faciliteranno il pagamento da parte di Bitcoin per quasi tutto.

Stiamo anche vedendo che le società di start-up a catena di blocco si stanno concentrando molto di più sullo scambio di criptovaluta con il denaro fiat. Questa enfasi sulla conversione aiuterà innegabilmente a rendere il Bitcoin una valuta di pagamento per la vita quotidiana.

Accanto a questa maggiore facilità di scambio di Bitcoin, sono in crescita i metodi di pagamento di criptovaluta per i propri beni di consumo quotidiani e le bollette. Le innovazioni che vediamo ora stanno liberando tutto il potenziale della crittovaluta per competere con la valuta fiat come il dollaro americano e l’euro. Ma queste innovazioni non saranno servite a nulla se gli utenti finali non salgono a bordo e non spendono la crittovaluta come era stato previsto. Anche voi potete far parte del mainstreaming della crittovaluta.

 

Lascia un commento